venerdì 24 marzo 2017

Poi tuo figlio torna a casa col suo ultimo quadro e tutto passa

Mauro ieri è tornato a casa con questo suo quadro per me che mi aveva promesso da tempo. Non ho parole. E' stato il regalo più bello arrivato in un momento nel quale avevo bisogno di un forte segnale anche io.
Quando tuo figlio torna a casa col suo quadro tutto passa, tutto si ferma, tutto si crea, tutto rinasce.
Grazie Mauro, grazie Dio.

Il titolo "Ponte Sant'Angelo e San Pietro"
Tecnica: Acrilico su tela
Misura: cm 100x40
Anno: 2017
Artista: Mauro Gibertini


giovedì 23 marzo 2017

I tuoi primi 40 anni

Sono tutti tuoi
ci sono
e non ci sono
non si vedono
ma forse li senti

per noi che ti siamo accanto
da un po'
sono scivolati via
in serenità
la stessa
con la quale
hai affrontato
questo passaggio

tutto tranquillo per te
tutto sereno con te
come fai
a gestire tutto, amore?

domenica 19 marzo 2017

Festa del papà "affidatario"

Tre mesi fa è arrivato da noi Paolo. Così, all'improvviso, dalla sera al mattino, da zero a sei anni in 48 ore. Figlio non cercato, figlio non voluto, figlio non nostro: abbiamo sentito bussare alla porta e lo abbiamo trovato lì, sullo zerbino del cuore e con quegli occhioni ci ha chiesto: mi fate entrare? Avete un lettino anche per me? 
Da tre mesi non capisco più niente sulla mia paternità. E' tutto un continuo divenire, un turbinio di emozioni e di azioni nuove che hanno ribaltato completamente lo status di Padre che avevo con fatica raggiunto in 12 anni e tre gravidanze (o gravidanzo) e rimesso in discussione tanti concetti, come quelli dai quali siamo partiti ovvero: figli voluti? figli cercati? sono davvero figli nostri?
Sono tre mesi che mi è stato dato un figlio in affido ma il primo ad essermi affidato sono io. Affidato a chi? 
A mia moglie, sicuramente; alle Leggi italiane, alle Istituzioni sociali, agli amici ma soprattutto a Te, Dio Padre, che rimani esempio e rifugio anche in questa missione.





mercoledì 15 marzo 2017

Il Dito Medio di due maleducati al Family Day

Sulla questione altamente filosofica del DITO MEDIO di J Ax e Fedez voglio dire la mia in questo modo.
Prima riflessione: non guardo le Iene e quindi ho saputo di questo "gestaccio" dai post scandalizzati degli amici del Family Day. Conclusione: gli abbiamo fatto noi da cassa di risonanza.
Seconda riflessione: ho partecipato a tutti i Family Day e non mi sento offeso dal dito medio di due persone che del dito medio hanno fatto una filosofia di vita (come dei tanti che ce l'hanno fatto quel giorno al Circo Massimo)
Terza riflessione: ascolto da sempre J Ax (quando era articolo 31) e ora un po' Fedez anche perchè piace ai miei figli e come dico sempre da ognuno prendo quello che si può prendere di buono, senza farne un modello di vita. Sarò più chiaro: da sempre ascolto Guccini ma non sono comunista, ascolto J AX ma non sono maleducato e volgare. 
Ergo, smettiamola di prenderci (e di prenderli) troppo sul serio.

venerdì 10 marzo 2017

Il mio angolo divino col piccolo pertugio per allargare gli orizzonti

Dopo anni di spazi ristretti, finalmente, grazie a Dio (e a mia moglie), ho uno spazio tutto mio nella casa nuovo dove poter leggere e scrivere.
Questo in foto è l'angolo di lettura con vista sulla strada di sotto.
Certo, come panorama non ho il Vesuvio (oggi) ma fa niente, ormai mi basta un piccolo pertugio per allargare i miei orizzonti.

lunedì 6 marzo 2017

Mio figlio Massimo e le mie Poesie

Massimo è stato molto incuriosito dal ritrovamento di tutte le raccolte delle mie poesie e stasera, con mia grande sorpresa e piacere, mi ha chiesto la prima raccolta (anno 1986) per poterle cominciare a leggere. Soddisfazioni.

sabato 4 marzo 2017

Dio è come un Padre

Quando sento dire che Dio è come un Padre ho sempre i brividi dettati dal timore di non essere all'altezza di questo ruolo. Eppure la Grazia ha voluto che io fossi padre di tre figli naturali (cosiddetti) e di uno affidato e quindi sto imparando ad allargare il mio orizzonte di Paternità. Prego per avere Dio come modello provando ad imitarlo in modo che conoscendomi si possa continuare a parlare di Dio come un Padre

giovedì 2 marzo 2017

Ti meriti proprio una bilancia cinese

Un contatto di fuori Roma mi ha chiamato (a ottobre 2016) per risolvere un problema che aveva nel controllo del peso delle vaschette di loro produzione (cerco di darvi meno dettagli possibili ma chi vuole sapere il nome me lo chieda in pvt).
Stava usando una bilancia cinese marchiata italiana, pagata on line 600 euro, speditagli in fabbrica ma non adatta all'uso specifico e quindi cercava seria alternativa.
Da ottobre 2016 mi sono prodigato con tre visite (gratuite) per risolvere il problema portando in prova prima una nostra bilancia standard poi facendo per loro un prototipo gratuito.
Dopo un mese di prova il tecnico mi ha detto che il nostro prototipo andava benissimo ma il prezzo da me proposto (1100 euro) era considerato dalla proprietà troppo alto perchè avevano quei 600 euro come riferimento economico.
Ho proposto loro uno sconto del 20% e oggi mi sono recato (quarta volta) dal cliente per parlare con l'amministratore delegato.
Quest'ultimo mi ha fatto sapere, tramite un imbarazzatissimo tecnico, che se avessi accettato i 600 euro sarebbe venuto a conoscermi (era dall'altra parte del vetro) altrimenti avrei potuto riprendermi la bilancia e andarmene.
A nulla è servito risottolineare la cura del cliente, le tre volte che sono stato da loro, le prove gratuite: nulla, riconoscenza zero.
Sapete che ho fatto?
Ho imballato la nostra bilancia e me ne sono andato dicendo loro che avevano offeso la nostra storia e la nostra professionalità.
Sicuramente questi sono quelli che poi si lamentano che le aziende italiane chiudono....
Ho scosso la polvere dai piedi e me ne sono andato: vi meritate proprio una bilancia cinese che non funziona.



lunedì 27 febbraio 2017

Filastrocca intitolata "Senza l'aiuto di Stato"

Nasciamo senza l'aiuto di Stato
cresciamo senza l'aiuto di Stato
studiamo senza l'aiuto di Stato
viaggiamo senza l'aiuto di Stato
ci sposiamo senza l'aiuto di Stato
compriamo casa senza l'aiuto di Stato
mettiamo al mondo figli senza l'aiuto di Stato
invecchiamo senza l'aiuto di Stato
ricostruiamo le case terremotate senza l'aiuto di Stato
ricostruiamo le aziende alluvionate senza l'aiuto di Stato
facciamo impresa in Italia senza l'aiuto di Stato
dobbiamo pagarci le cure mediche senza l'aiuto di Stato
ci ammaliamo e finiamo nel dimenticatoio senza l'aiuto di Stato
alleviamo figli con handicap senza l'aiuto di Stato
rimaniamo vedovi e soli senza l'aiuto di Stato
perché lo Stato dovrebbe aiutarci solo per un certo tipo di morte?