lunedì 30 agosto 2010

NATO MATTEO


28 AGOSTO 2010 – SANT’AGOSTINO – SPALLE LARGHE


Hai scelto tu
il tempo
il modo
il luogo
hai voluto nascere ad Ascoli
dove nacque tua madre
dove morì nonno
ma ora quell’ospedale
avrà ricordi più belli
per tutti noi
e non vi passeremo accanto
solo facendo gli indifferenti

Hai dettato i tempi
facendoci aspettare i tuoi
indifferente ai nostri programmi estivi
ed ai preparativi autunnali
sornione sui nostri giorni
regalandoci calci da dentro
ed un lento nascere


Hai scelto tu
dove e quando nascere
a spalle larghe
ti sei frenato prima di venire
definitivamente al mondo
e li si è fermato
il nostro cuore
la nostra attesa è parsa durare per sempre
mentre zia Lella stringeva le mani di mamma
io scoprivo
nel mio andirivieni
ai piedi della Madonnina
un bavaglino con scritto Matteo

E poi sei nato
di oltre quattro chili
e già ti amiamo
e sappiamo triplicare l’amore

Un giorno ti racconterò
di quanto mamma
ha sofferto
per partorire nel dolore
ma lo scoprirai
meglio
quando andrai tu
a seguire
i tuoi figli nascere

Guardala tua madre
ora
con questi occhi
che vedono tramite il cuore
ed amala tanto
almeno quanto ti ha desiderato
e custodito
e ricambiala tutta la vita
col tuo amore
come provo a fare io
ma vai oltre

Loro sono Mauro e Massimo
i due fratelli
che curiosi si domandano
come sei entrato
e come sei uscito
dalla pancia di mamma
la vita gli insegnerà anche questo
e loro insegneranno a te
tante altre cose
dal camminare a leggere
e già si dividono i compiti.

Hai dettato i tuoi tempi
quasi a dire
si sta replicando
il miracolo della vita

Fermi tutti

chiudete le agende
e contemplate
che Dio
non si è ancora stancato di noi

Quante lezioni
dal tuo nascere

Benvenuto Matteo

Vai spalle larghe
ti serviranno
in questa vita

Nessun commento:

Posta un commento