venerdì 28 gennaio 2011

La situazione è seria ma non grave

Quando un medico ti dice così: "la situazione è seria ma non grave" è difficile, da parente del paziente, capire al volo quale è la sottile differenza filosofica tra i due termini, che poi tanto sottile non è perché sei consapevole che quella linea tiene in vita tua madre.
E' difficile per tutti avere un "caro" in ospedale. Se sei medico sei più spaventato perchè conosci bene i meccanismi ed i termini; se non sei laureato in medicina e non hai un dizionario medico tascabile a portata di mano, ti spaventi davanti a termini che sembrano sempre apocalittici (edema polmonare, valvola mitralica)
Ennio Flaiano, noto attore e giornalista, fotografò la perenne situazione politica italiana con la celebre frase "La situazione politica italiana è grave, ma non seria" di cui subito si capisce l'ironia celata dietro l'aforisma.
Quando un medico ti dice "la situazione è seria ma non grave" capisci al volo che non c'è ironia nelle sue parole ma al contempo ti affidi al fatto che hai appena saputo che tua madre ha mangiato da sola, si è seduta sul letto anche se rimane in terapia intensiva.
Allora mentre corri a casa e spedisci un sms all'amico dottore cercando spiegazioni e conforto, dal vicolo della provvidenza spunta una dottoressa di tua conoscenza, che lavora proprio lì, in quel pronto soccorso ed era anche una ragazzina di catechismo di tua madre.
Non chiedi a lei maggior riguardo o particolari attenzioni perchè sei consapevole che il sistema sanitario italiano non guarda in faccia solo ai parenti ( ti dici queste cose mentalmente con la stessa onestà intellettuale con la quale i politici indagati si affrettano a dire di aver fiducia nella magistratura) ma vedere un volto amico e sentire parole chiare e spiegazioni semplici aiutano tutta la famiglia a stare più sereni ed a riprendere la preghiera con più fiducia.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Coraggio,
Padre Pio diceva di pregare e sperare, sempre.
Passerà anche questa.
Ermes Uguccioni.

PS: Tento come anonimo, di solito non mi fa postare, ma ovviamente, mi firmo.

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

funziona eccome Ermes, ti ringrazio di cuore!

Posta un commento