sabato 12 marzo 2011

Giappone terremoto e tsunami: e Dio dov'è?

Davanti a queste tragedia immani ed immense, come quella in corso in Giappone, come quella di Yara od anche come quelle che ci capitano in famiglia o tra amici, ci si domanda sempre Dio dov'è, perchè lascia che accadano certe cose, perchè guarda impotente, perchè non interviene e via dicendo.
Domande comuni che ci siamo rivolti nel corso della vita davanti al telegiornale o guardando negli occhi i concittadini di Stava o de L'Aquila che gironzolavano come Zombie con straccia addosso, per le strade di quello che era il loro paese, la loro vita tutta, la loro storia.
Ogni giorno aprendo i giornali abbiamo l'occasione di domandarci: e Dio dov'è?
Ogni giorno abbiamo la risposta.
Dio interviene nella nostra storia non come vorremmo noi ma col suo Spirito Consolatore per stare vicino all'uomo, per lenire il suo dolore.
Eccolo Dio dov'è. Invocato dalle nostre preghiere risponde sedendosi accanto a noi e tenendoci per mano.
Ave Maria....

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Scusa me che discorso è? Quelo di cui parli è l'eterna domanda che si pone l'uomo da sempre. Dov'è Dio in queste tragedie?

Rispondo..Dio non è da nessuna parte perchè semplicemente non esiste

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

come Dio non esiste.... eccolo!

Anonimo ha detto...

Ah si!!! adesso lo vedo anche io. Grazie al tuo sito ho visto Dio. Ora credo!!!

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

mi fa piacere.... non cercarlo troppo, Lui ti ha già trovato... lasciati trovare piuttosto ok? :-)

Anonimo ha detto...

Ok Ok!! Il tuo sito è stato come una vera rivelazione. E pensare che in tanti anni non Lo avevo mai visto. Poi zac...apro il tuo blog ed ecco che incontro Dio. Anzi e Lui che trova me.

Grazie ancora non so come sdebidarmi. Da oggi tutti coloro che non credono in Dio verranno da me dirottati su questo blog. Cambieranno idea subito dopo aver visto con i loro occhi.

ciao e grazie

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

Ciao Anonimo... mantieni quest allegria e sappi che per lui non sei un Anonimo. ti abbraccio

Anonimo ha detto...

Cazzo!Lo vedo!Li, al bancone del bar che si fa un Montenegro, mangia due arachidi e fissa le tette della bionda al banco!Forse è per questo che non ha tempo per badare ai musi gialli giappi!

Anonimo ha detto...

GRAZIE DIO!Per Auschwitz, per le foibe, per le fosse comuni, per i cancri e i tumori, per le malattie più terrificanti, per i disastri naturali, per gli olocausti lungo l'intera storia umana, per la morte, per la sofferenza, per l'orrore del mondo, per il dover uccidere per poter mangiare, per gli orfani, per gli stupri, gli omicidi, per i fanatici e per le bombe!GRAZIE DIO!(Se Dio, si presentasse a noi, beh, chiamerei "Barabba" ancora una volta. Poi voterei per impiccarlo). Dio non esiste, bello mio, svegliati!

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

mah

Posta un commento