venerdì 11 marzo 2011

L'Etna fuma in abito da sera

L'Etna in abito da sera con guanti lunghi neri di nappa, come una signora distinta fuma innevato sopra Zafferana Etnea.
A sinistra il Mongibello, a destra il mare calmo col suo orizzonte di sbarchi, in mezzo tutti i pensieri su questa Isola e questa Italia che amo già per quello che è ma ancor di più per quello che potrebbe essere.
Il tassista di Catania guida il Mercedes col cappello e mi chiede se anche in Italia arriva l'ottima mozzarella di Santa Venerina.
L'Etna prima è di fronte e, nello snodo delle strade, passa da destra per sistemarsi sulla sinistra.
"Ora l'avrà sempre lì" mi conferma il tassista.
Non so se guardare l'Etna o il mare.
Provo con entrambi così non sbaglio.
Sono di Milano, ho sposato un'Ascolana, vivo ed amo Roma, adoro la Sicilia.
Io amo l'Italia e voi?

2 commenti:

Laura ha detto...

Anch'io Joe, infatti ho in serbo per il 17 marzo un post molto particolare...spettacolo!

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

ndo vai?

Posta un commento