giovedì 31 marzo 2011

Stamattina alla Messa il parroco ha attaccato Berlusconi ed i Cardinali che gli stringono le mani

Per la serie la mattina andando alla Messa... Io ci provo quasi tutte le mattine, sono della filosofia che più uno pecca più deve rimediare anche pregando (come mi ricorda l'amico sacerdote citando sant'Agostino "pecca fortiter, sed ama fortius". Sono della filosofia che il pane quotidiano aiutare ad aumentare e che a pregare si impara pregando. Sono della filosofia che quella è un'ora guadagnata e non persa. In più sono della filosofia che, lavorando in centro a Roma, accerchiato da chiese in cui si celebra la santa messa ogni mezzora, sarebbe doppio peccato non andarci perché di possibilità ce ne sono spesso.
Ultimamente cerco di arrivare, prendendo l'autobus prima, alla celebrazione di un bravo sacerdote (cerco di non dare troppi dettagli per non farvelo rintracciare) che ha sempre un tono pacato, una voce calda e la sua riflessione dopo il Vangelo è per me sempre radice di mie personali riflessioni che spesso hanno trovato anche posto in questo diario quotidiano.
Il Vangelo oggi parla del muto da cui Gesù scaccia il Demonio e dei ricchi arroccati nei loro palazzi. Il bravo sacerdote ha commentato invitandoci a chiedere a Dio la forza per convertirci e poi, per la prima volta, a meno che io ricordi, si è addentrato in un discorso politico sociale dicendo che il Governo (poi si è corretto dicendo tutti i governi) pensa che sia la ricchezza a dare la felicità mentre "la felicità viene dal Vangelo. Di ricchezza ce ne è troppa solo che non è equamente distribuita. C'è chi è troppo ricco e chi troppo povero".
Fa una pausa, il bravo sacerdote. Poi, improvvisamente, dal pulpito dice così: ""E' scandaloso che il presidente del consiglio vada a proporre per Lampedusa un letamaio come quello dei casinò ed è scandaloso che i cardinali gli stringano le mani".
Alzo il mio sguardo. Lui finisce l'omelia io comincio a prendere appunti.
La messa finisce. Per la prima volta mi fermo perché voglio conoscere il parroco, a lui presentarmi, in modo pacato, non solo come "sostenitore" di Berlusconi ma soprattutto come "sostenitore" di Santa Madre Chiesa. Gli dico che io tutte le mattine partecipo alla sua messa per sentirmi bene, per capire cosa mi dice oggi il Signore e che ho trovato inopportuno il riferimento al premier e soprattutto quello ai cardinali. Dico a lui che con lo stesso metro allora, la prossima volta in cui il Vangelo dirà "lasciate che i bambini vengano a me", lui dovrebbe attaccare Vendola che vuole l'amore tra adulti e bambini. Gli dico che, secondo me, ci sono i luoghi adatti per presentare la dissonanza con le proprie gerarchie ecclesiastiche e non così in pubblico, dal pulpito. Lui dapprima chiede scusa per lo sfogo e per il turbamento arrecatomi ma poi peggiora la sua posizione in un colloquio breve, ma privato e che così deve rimanere: tra me, lui, nostro Signore e magari domani il mio confessore.
Esco e penso a tutte la mani che ha stretto il nostro Papa e tutti i Papa (compreso le indegne mie). Esco e penso a tutti gli incontri dei Cardinali ed alle altre mani che si stringono. Esco e penso a Gesù che, proprio domenica scorsa, nonostante lo scandalo di tutti, si accosta alla Samaritana, ad una donna....
Disorientato arrivo in ufficio. Disorientato scrivo questo pezzo sul mio blog. Disorientato recito un'Ave Maria.

12 commenti:

Anonimo ha detto...

NON SONO PRETI CATTOLICI QUELLI CHE FANNO POLITICA,NOI NON CI RICONOSCIAMO IN QUESTI PERSONAGGI,IN CHIESA SI PREDICA L'AMORE DI DIO PER GLI UOMINI,TUTTI...

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

Condivido anonimo

Anonimo ha detto...

ESISTE UN CERTO RAZZISMO POLITICO ALLIGNATO PRINCIPALMENTE IN AMBITO CATTOCOMUNISTA CHE QUASI SEMPRE FA DIMENTICARE CHE LA FRASE DI GESU' "AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO" DEVE ESSERE APPLICATA ANCHE IN POLITICA PER CUI DOVREMMO AMARE IL PARTITO ALTRUI COME IL NOSTRO. TALE PRINCIPIO SI CHIAMA DEMOCRAZIA

Anonimo ha detto...

Scusa mi dici dove hai letto che Vendola vuole l'amore tra adulti e bambini?
Le cose inventate si chiamano menzogne! soprattutto per i cattolici praticanti

Anonimo ha detto...

E MENTRE ANCORA SEI DISORIENTATO CAMBIA LAVORO CHE E' MEGLIO..

Anonimo ha detto...

"PROBLEMA EPOCALE, SOLUZIONE RAPIDA.
INTANTO LE TASCHE, E QUINDI MORATORIA FISCALE PER I RESIDENTI.
POI SESSANTA ORE PER ELIMINARE GLI INTRUSI DALL'ISOLA E GARANZIA CHE I PROSSIMI INVASORI SARANNO SCELTISSIMI.
SOLO TURISTI CERTIFICATI.
QUELLI DAI BASSI ISTINTI AVRANNO CAMPI DA GOLF E CASINO'.
PER GLI INTELLETTUALI, CHE NON SANNO DIVERTIRSI, BASTA DARE IL NOBEL A TUTTA L'ISOLA.
ECCHECCAZZO, CI VOLEVA TANTO?

Anonimo ha detto...

i preti e la politica ... un tema molto difficile e non sempre il giudizio e l'atteggiamento è uguale. Quando dicono cose condivise ci rallegriamo che dal pulpito si affermino valori sani. Quando non condividiamo diciamo che i preti non devono fare politica.

i preti e la politica ... un tema difficile.

nella mia parrocchia ho sentito tante volte il don fare commenti politici, a volte condivisi a volte no ma se connessi ai temi e coerenti con la funzione della Chiesa li ho ascoltati (condivisi e no) nel rispetto del ruolo.

Non so il tuo caso ma il riferimento che hai fatto a Vendola mi fa pensare che non sei libero fino in fondo nel giudizio.

R.F. del paese delle oche

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

Non è mia consuetudine rispondere ad anonimi e ad anonimi che insultano. Sei sempre lo stesso?

rose dale ha detto...

Mi sorprende che ancora andate a messa ad ascoltare queti fossili del medioevo.

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

Rose, io vado a messa ad ascoltare quello che Dio quel giorno vuole dirmi

Claudio ha detto...

Ciao io mi chiamo Claudio certo Giorgio hai detto bene a Rose io vado a Messa per incontrare il Signore vivo e presente nella sua Parola e nello spezzare il Pane il Sacramento dell'Eucarestia, certo che chi non crede una può dire andate a messa ad asccoltare i preti , va bhe sei stato molto bravo ad anndare dal quel parroco e richiamarlo aputto io mi domando guarda le mani che ha stretto quel sant'uono di Papa Giovanni Paolo II mani magari piu sporche di quelle Silvio ua su tutte Fidel Castro va bhe anche i preti sono uomini e hanno i loro limiti che ci dobbiamo fare? Claudio D'Ignazio

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

Ciao Claudio piacere di conoscerti e grazie per essere passato di qui ed aver lasciato un segno. Condivido quello che hai detto

Posta un commento