venerdì 15 aprile 2011

Nodis: uno spot vergognoso contro Cristo e quindi contro di me. Protesto!

Si dice sempre che al peggio non c'è limite.
Da qualche giorno su Italia 1 gira uno spot allucinante e vergognoso che ritrae Nostro Signore Gesù Cristo chiedere aiuto al Padre tramite un auricolare ma, se dapprima la scena può sembrare solo una stupida mercificazione di Nostro Signore, quando la camera allarga l'immagine si vede l'attore rappresentante Cristo su un letto matrimoniale, legato al letto ed un improbabile centurione donna con frustino in mano con chiari riferimenti a giochini sadomaso.
Dicono si veda su Italia 1 ma qui trovate la pagina del filmato ed il sito dell'azienda (nodis filmato ed azienda).
Concordo col direttore Tarquinio di Avvenire nel non guardare Italia1 ed ovviamente nel non comprare quei prodotti Nodis (ripetiamolo il nome prima di sbagliarci).
Ho fatto anche una cosa in più. Sul loro sito si trova la mail
 che è questa info@nodis.it oppure il modulino per scrivere una protesta on line oppure il buon vecchio indirizzo postale per lettere o fax che non fa mai male e che è questo. NODIS -  V.le Fulvio Testi 126 - 20092 Cinisello Balsamo (MI)  Tel: +39.02.26227656 - Fax: +39.02.26269236 Se vi può interessare io ho scritto loro il seguente messaggio:
Buongiorno. Sono veramente ferito dal vostro spot offensivo del mio credo peggio ancora in questi giorni in cui si avvicina la Pasqua. Sicuramente mai comprerò prodotti da voi e dirò in giro di fare lo stesso.
Ritiratelo ed inventatevi altro senza mettere in mezzo Cristo per promuovere i vostri auricolari. Vi auguro di trovare un modo per "connettervi" presto con la vostra coscienza e col senso civico del rispetto di tutti i cittadini e delle varie sensibilità religiose.
Cordialmente

Lo so che Gesù Cristo forse sta sorridendo anche stavolta e dirà : "Signore perdona loro perchè non sanno quello che fanno".
Lo so che se non ho in casa la macchinetta rilevatrice dell'Auditel non serve a niente non vedere Italia1 però non voglio lasciare solo, neanche questa volta, Avvenire ed il direttore Tarquinio.
Infine lo so che attaccarli fa il loro gioco (forse cercano proprio questo) e crea a loro la cosiddetta pubblicità virale ma boicottare i loro prodotti può essere una iniziativa silenziosa e dolorosa: stavolta per loro però!

18 commenti:

L. ha detto...

Questo spot non l'ho visto perchè non guardo più Italia 1 ma ora che vengo a saperlo da te, dico che è scandaloso!!
Hai fatto benissimo ad inviare quel messaggio che hai anche formulato molto bene. Farò lo stesso.
Non possiamo tacere.

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

Neanche io vedo la tv (se non le partite) e quindi ho letto di questo fattaccio su Avvenire. Non possiamo tacere. Hai ragione.

agapetòs ha detto...

La presentazione che fa l'azienda dello spot è di una falsità e ipocrisia incredibili!

Tassotti Raffaele ha detto...

La vergogna non ha fondo! Se ciò che tale azienda promuove è di tale qualità non v'è da essere profeti sul suo destino.

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

Carissimi Agapetos e Raffaela grazie per la vostra presenza qui, per il commento ma soprattutto per aiutarmi in questa denuncia

Davide ha detto...

Dopo la donna oggetto il Cristo oggetto ?Veramente non c'è limite al peggio.

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

Sono d'accordo Davide. Attacchiamo con tutti i mezzi. I Blogs, gli spazi facebook, twitter, i fax, le telefonate

Nunzy ha detto...

Davvero indecente......Non c'è limite alla stupidità di certa gente che offende addirittura Cristo e chi crede in Lui!!

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

Sono d'accordo Nunzy. Anche io mi sento offeso come hanno offeso Nostro Signore

Paolo ha detto...

..allucinante..

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

Eh si Paolo...forza all'attacco, senza far loro troppa pubblicità ma all'attacco

Anonimo ha detto...

non ho parole......solo amarezza....

graziano ha detto...

Copierò il testo del messaggio ed invierò la mail di protesta, ma senza il "cordialmente"! L'ultima cosa che meritano è la cordialità da parte nostra...

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

Graziano, io mi volevo solo distinguere da loro con il mio "cordialità". Ti abbraccio grazieeee.

Anonimo ha detto...

Invece di pensare a questo spot io penserei a chi fa del male . . con 10 secondi di immagini non si uccide nessuno e pazienza se qualcuno ci rimane offeso...tanto fosse stato un ragazzo di colore allora era uno spot razzista, una ragazza incinta e si offendevano le donne incinte, un pirata e via con la rivolta dei pirati, una qualsiasi sotto etnia,etnia,specie,riferimento casuale e qualcuno si sarebbe offeso....non capite che così facendo fate il gioco dell'azienda....nel marketing, importante che si parli di qualcosa,poi ci sarà qualcuno che odierà il prodotto e qualcuno che lo troverà figo e lo comprerà.
Non capite proprio nulla mi sa, andate andate a battagliare contro i mulini al vento ahhahahaha

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

Beh caro Anonimo, io penso invece che siamo stati intelligenti, ovvero abbiamo inondato la Nodis di proteste ed agito presso le sedi preposte senza dare troppa pubblicità a questa società. Per il resto non ti rispondo.

Anonimo ha detto...

Beh non rispondere fa comodo quando non si sa come controbbattere...tornando al discorso pubblicitario, io mi sono incuriosita solo perchè ho letto spot censurato etc etc altrimenti non lo avrei mai cercato o non me ne sarei accorta...quindi visto lo spot adesso ho conosciuto l azienda nodis, che secondo me delle vostre polemiche ci ride su perchè avrà aumentato sicuramente le vendite.
Comunque non è blasfemo,non capisco questo attacco...attaccate i preti pedofili e che non rispettano il voto di castità...sai quanti ce ne sono nei piccoli paesi e non se ne parla mai...spendete energie per cose che fanno bene al prossimo e non al nulla..ciao

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

Anonima... piacerebbe anche a me darti semplicemente un altro modo di spendere le tue energie per il bene del prossimo ma... il tuo nome?

Posta un commento