venerdì 24 giugno 2011

Caro Veronesi, io con mia moglie mi diverto anche (puramente parlando)

La prima volta che ho conosciuto mia moglie aveva una larga gonna e delle calze lunghe coloratissime con le righe orizzontali, era in piedi sulla scala del negozio per cui lavorava a prendere qualche oggetto da vendere. Ovviamente poi è scesa e l'ho guardata meglio ed il primo pensiero, ad essere sincero, non è stato quello di amarla solo per farci un figlio (siamo a tre!) ma di... beh ci siam capiti vero?
E questo pensiero, dopo sette anni di matrimonio, continua ogni volta che vedo mia moglie quando rientro dal lavoro e quando, sistemati i figli nei loro letti, ci prepariamo per concederci il nostro meritato ed agognato puro momento di intimità pura. Immagino che questa esperienza, che a lei può sembrare strana, la vivono ogni giorno milioni di persone con la loro sposa, compagna, amante dell'altro sesso senza mai domandarsi cosa sia più puro o meno e senza mai improvvisare una classifica.
Come tutti sapete Veronesi ieri ha dichiarato: "l'omosessualità è una scelta consapevole e più evoluta. L'amore omosessuale è quello più puro»; in quello eterosessuale, invece, una persona direbbe «io ti amo non perché amo te, ma perché in te ho trovato la persona con cui fare un figlio. Nell'amore omosessuale invece non accade: si dicono "amo te perché mi sei vicino, il tuo pensiero, la tua sensibilità e i sentimenti sono più vicini ai miei".
Secondo me, con questa sua uscita, il professor Veronesi è riuscito ad offendere tutti, oltre all'intelligenza, a cominciare dalle donne, viste solo nella versione gestanti, per continuare con gli eterosessuali che in pratica si accontentano di quello che passa il convento, non si divertono e magari di nascosto tendono al più puro, per finire con gli stessi omosessuali che in questi anni hanno fatto tante rivendicazioni ma non gli ho mai sentiti chiedere il primo posto in quella classifica stilata da Veronesi.
Mia moglie arrossirà leggendo questo mio pezzo oggi ma le assicuro, professore, che noi ci divertiamo anche, ci amiamo, ci sentiamo puri ed abbiamo tre figli...e ci divertiamo ancora di più.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

il discorso di veronesi mostra un rapporto omosessuale come l'Amore, quello grande, quello puro...ma non è così... perchè i gay non fanno sesso? ha solo detto che noi donne siamo fattrici...e per questo il nostro non è amore,ma un mezzo x riprodurci... loro invece che non hanno l'obbligo di figliare (alla stregua di animali ),loro sono i puri... ma andiamo....che quadro vile e meschino

LadyRevolution ha detto...

Le classificazioni sono sempre sbagliate. Mettere etichette è sbagliato. L'Amore è Amore e vale per gli etero come per gli omosessuali. Certe affermazioni non fanno che ghettizzare l'essere umano e non è accettabile.

Anna De Simone ha detto...

D'accordo con Lady Revolution, mettere le etichette è sbagliato anche se... devo dirlo, a volte è utile!

Per tua moglie... vedere una donna che scende le scale... ed è in gonna... in effetti ti da materiale da pensare!

Giorgio Gibertini Jolly ha detto...

vi ringrazio dei commenti.... tutto belli e tutti veri...che veronesi abbia fatto apposta per stimolare il discorso sull'amore vero?

Anonimo ha detto...

arrosisco due volte se penso che è stato tuo padre a dirmi di leggere ciò che avevi scritto sul tuo blog!!!!!
Be Il dot. Veronesiè da un pò che se ne esce ma magari anche lui è della filosofia del "purchè se ne parli"
Ora vado a nanna!!!!!!
baci
sara

Anonimo ha detto...

Veronesi,ma che dici?Il mio ex coinquilino è gay e ogni settimana se ne faceva uno diverso...quello è amore puro? Ma vai a c******!!

Posta un commento