mercoledì 22 novembre 2017

Bioimpedenza

Impariamo un nuovo termine oggi. 
Diciamo che questa analisi forse arriva in ritardo di cinque anni ma comunque è arrivata. Da oggi finisce questa vita (speriamo) e ne inizia un'altra. La mia mente è arzilla e corre veloce con le idee e con i progetti e ha bisogno di un corpo che stia al suo passo. Mens sana in corpore sano.
Comunque fa parte tutto di quelle "pulizie" iniziate il giorno del mio quarantacinquesimo compleanno.
Eliminare quei "pesi" che ci tengo coi piedi ma soprattutto lo sguardo e l'animo per terra. Pesi fatti di persone e di chili in più. Si comincia. Buona nuova vita.

martedì 21 novembre 2017

Piccola Storia felice 17 - la Provvidenza

Questa sera la Provvidenza
ha bussato alla nostra porta.
Aveva in mano un sacchetto di pane,
uno pieno zeppo di kiwy,
uno con delle caramelle
e uno con il farro.

Il suo volto era già da noi
conosciuto e amato

#seguimichesonofelice

domenica 19 novembre 2017

La donna perfetta

Dal libro dei Proverbi
Una donna forte chi potrà trovarla?
Ben superiore alle perle è il suo valore.
In lei confida il cuore del marito
e non verrà a mancargli il profitto.
Gli dà felicità e non dispiacere
per tutti i giorni della sua vita.
Si procura lana e lino
e li lavora volentieri con le mani.
Stende la sua mano alla conocchia
e le sue dita tengono il fuso.
Apre le sue palme al misero,
stende la mano al povero.
Illusorio è il fascino e fugace la bellezza,
ma la donna che teme Dio è da lodare.
Siatele riconoscenti per il frutto delle sue mani
e le sue opere la lodino alle porte della città.
Parola di Dio

venerdì 17 novembre 2017

La mia introduzione al libro " Vasco Rossi Modena Park"

Introduzione: perché questo libro su Modena Park
La prima domenica di settembre del 2017, con la mia famiglia arrivo a Sori, località turistica in provincia di Genova, per un saluto agli amici Vasconvolti dei Bagni Checco, Anita e Paolo, anche loro presenti in questo libro, anche loro da sempre fans di Vasco Rossi.
Ci abbracciamo e, giusto il tempo dei saluti, ci raggiungono anche Giusy e Mimmo, due super amici purtroppo non presenti a Modena Park.
Giusy bacia con affetto mia moglie poi mi prende da parte e mi dice: “Adesso mi racconti per filo e per segno Modena Park”.
Ci sediamo, prendiamo un aperitivo, e comincia il mio racconto…
Io sono tra quelli che erano presenti, che ci sono stati, che hanno fatto cose pazze per esserci (e molte le leggerete anche qua) e che sono rimasti lì con la testa, col cuore, con l’anima per lungo tempo (e forse qualcuno non è ancora del tutto venuto via).
Perché?

giovedì 16 novembre 2017

Vasco Rossi - Modena Park: il racconto di chi c'era

Il racconto di chi è stato al Livekom017 - Modena Park - Vasco Rossi è ora in un libro disponibile solo su Amazon
Nel libro, oltre al mio racconto, ci sono anche i preziosi e originali contributi di: Manu Ela Simona Cavicchia Lorenzo Bevivino Monica Vazzorelli Enza Catalano Angela Catalano Giovanna Barrera Elena Amoroso Federica Messina Silvia Rustici Fernanda Giannotti Anna Pragliola Daniela Morri Anitapaoloegian Elostaff Deichecco Eleonora Esposito Asia Sabatini Silvia Grassetti Vivian De Dominicis Jenny Marley e altre piccole e grandi sorprese

martedì 14 novembre 2017

Addio vecchia patente

Oggi ho fatto l'esame medico (due domande, 90 euro) per il rinnovo della patente per altri 10 anni. Scadenza il giorno del mio compleanno del 2027. Poi rinnovo ogni 5 anni. A suo tempo ci penseremo. Beh, certo, tante cose sono cambiate da allora, da quel 15 settembre 1997. Soprattutto è cambiata la mia faccia che ritrovo, oggi, nei miei figli.

domenica 12 novembre 2017

La prima Lettura di oggi è pazzesca: la Sapienza si lascia trovare da quelli che la cercano

La sapienza si lascia trovare da quelli che la cercano.
Dal libro della Sapienza
Sap 6,12-16
La sapienza è radiosa e indefettibile, facilmente è contemplata da chi l'ama e trovata da chiunque la ricerca.
Previene, per farsi conoscere, quanti la desiderano.
Chi si leva per essa di buon mattino non faticherà, la troverà seduta alla sua porta.
Riflettere su di essa è perfezione di saggezza, chi veglia per lei sarà presto senza affanni.
Essa medesima va in cerca di quanti sono degni di lei, appare loro ben disposta per le strade, va loro incontro con ogni benevolenza.
Parola di Dio.

venerdì 10 novembre 2017

Il Milanese col cappellino

Una negoziante del quartiere
che mi incontra da 12 anni
mi ha chiesto il nome
solo oggi

perchè mi conosceva come

"il Milanese col cappellino"

La B di Babbo

"Ecco Babbo, oggi ho imparato un'altra lettera, la B di Babbo" mi ha detto Paolo correndo verso la serranda chiusa, e colorata, per farsi fotografare. Le nostre piccole gioie, le nostre piccole conquiste quotidiane.

domenica 5 novembre 2017

Piccola storia felice 10

Festa Missionaria.
Padre Ciro conclude
le preghiere dicendo

"Preghiamo per i veri
missionari di oggi: i genitori"

Grazie. Concordo

venerdì 3 novembre 2017

Il mio perdono sarà la tua peggior sconfitta

Non si finisce mai di sbagliare.
Ho aiutato uno che si è anche mostrato
(inizialmente) amico,
sia personalmente sia per lavoro,
e ora mi ha fregato i clienti
vendendogli i miei stessi prodotti e servizi 
Non si finisce mai di imparare
ma ciononostante mantengo fiducia
nel genere umano.
E ti perdono.
Perchè il mio perdono sarà
la tua peggior sconfitta.

domenica 29 ottobre 2017

Piccola storia felice: la domenica andando alla Messa

Piccola storia felice

La domenica andando alla messa
Quando il sacerdote legge
"Vangelo secondo Matteo"
nostro figlio Matteo ci guarda col suo
più bel sorriso compiaciuto

Glielo spieghieremo più avanti
che non ha meriti
per ora ci basta questa buona notizia.

#seguimichesonofelice

sabato 28 ottobre 2017

Questo è il mio lavoro del Sabato: seguire i figli nelle loro e mie passioni

Il Sabato lavoro. Apro tutti i sedili, carico i miei due figli (Massimo e Matteo),
vado a prendere Roger, poi Gabriele, poi Lorenzo e infine Brian e andiamo al campo della Bracelli per cominciare le partite degli gnomi e dei pulcini.
Oggi è iniziato il campionato e abbiamo vinto in entrambe le categorie ma soprattutto sia Matteo sia Massimo hanno esordito con due goals ciascuno. 
Il mio ruolo fondamentale è portare l'acqua: a ognuno il suo compito perchè anche il Bracelli è una grande famiglia.
Questo è il mio lavoro del Sabato: seguire i figli nelle loro (e mie) passioni. Ed è tra i miei lavori preferito.

Piccola storia felice 6

Esordio in campionato. Massimo due goals. Matteo due goals. Stasera non si litiga. Palla al centro. Fine #seguimichesonofelice


Piccola storia felice 5

Piccola Storia Felice

Il Medico del lavoro mi visita e alla fine mi
chiede: "In generale come sta?"
Rispondo col mio solito: "Benissimo"
"Ah - dice lui - è il primo commerciale
che mi risponde così".
Allora io gli spiego del Segreto di Alice
nel Paese delle Meraviglie.
La visita finisce col Medico che mi chiede:
"Posso venire a lavorare
con lei?"

fine

#seguimichesonofelice


venerdì 27 ottobre 2017

Piccola storia felice 4 - sulla Casilina

Piccola Storia Felice sulla Casilina
Coda in entrambe i sensi.
Dall'altra parte lui e lei, giovanissimi,
approfittano del blocco per baciarsi appassionatamente.
Li guardo e sorrido.  Lui apre la portiera e mi urla "Siamo innamoratissimi" e io
"Bravissimi. Gridatelo a tutto il mondo"
fine
#seguimichesonofelice

giovedì 26 ottobre 2017

Piccola Storia Felice 3

Matteo, 7 anni, per la prima volta
è stato invitato a casa da un amichetto.
Mi ha chiamato vicino al suo letto
prima di addormentarsi
e mi ha detto:

"E' stata la giornata più bella
della mia vita"

fine

#seguimichesonofelice

mercoledì 25 ottobre 2017

Ogni 20 anni

Dopo 20 anni ti sei spenta ma sei rimasta bella come il primo giorno quando mio padre ti ha venduto e portato qua. Oggi ho venduto io la tua nipotina e in questa Farmacia di Ancona, forse, ci tornerà mio figlio

Piccola storia felice 2 - il calcetto con gli amici

Piccola storia felice.
Ci manca un giocatore per il calcetto...stasera.
Anche così iniziano le grandi carriere.
Fine.
#seguimichesonofelice

martedì 24 ottobre 2017

Piccola storia felice 1

Piccola storia felice. In viaggio verso L'Aquila. Chiama una farmacia di Avezzano. Bilancia rotta dopo 14 anni. Piccola deviazione. Piccola sosta. Piccolo bonifico. Venduta bilancia. Riparto.

lunedì 23 ottobre 2017

Nella vita, a cominciare dal lavoro per finire al tempo libero, vale l'insegnamento del Cappellaio Matto

"Il segreto, cara Alice, è circondarsi di persone che ti facciano sorridere il cuore. È allora, solo allora, che troverai il Paese delle Meraviglie. Cappellaio Matto."
Quindi le altre le allontanerò e consiglio a voi di fare lo stesso.
Per questo ho scritto questo pezzo sulla felicità quotidiana

sabato 21 ottobre 2017

Ultima cena con don Alberto

Per 6 anni sei stato a Roma e noi abbiamo avuto il privilegio di condividerti meglio come uomo, amico, sacerdote. Ora parti per la tua nuova missione (Torino) e stasera, riaccompagnandoti in Parrocchia ho proprio vissuto il sentimento dolce amaro del difficile "Arrivederci". Buona nuova Missione e grazie di tutti questi 6 anni, don Alberto.

venerdì 20 ottobre 2017

Un gran complimento che ricevo e pubblico volentieri

Lo sai che qui la postura e la faccia (oltre al lavoro fisico) ricorda zio Enzo? (da Matteo Rossi)

giovedì 19 ottobre 2017

Poi d'improvviso il Ponte Carolino

Immenso mi si è posto davanti
come a volermi fermare
io non lo conoscevo
eppure è lì
da oltre duecento anni
ma neppure la gente del posto
ti conosce
e ti chiama "o ponte"

L'acquedotto Carolino del Vanvitelli
nella valle di Maddaloni
mi ha rubato il tempo
di qualche fotografia
ma
tornerò
perchè dicono che
di notte
sia ancora più splendido

Ho ancora negli occhi
quella perfezione
che mi sono lasciato
fisicamente alle spalle
ma mentalmente
davanti
come prossima meta
famigliare turistica

giovedì 12 ottobre 2017

Il primo compleanno del figlio in affido

Questo compleanno
non ha ricordi
è il primo
anche se con sette candeline
ma forse dovremmo festeggiare
il tuo arrivo
comunque improvviso
nella nostra famiglia

Per questo compleanno
io e Sara

venerdì 6 ottobre 2017

"E luce fu" piccolo miracolo quotidiano dell'Acea a Roma

Per 3 settimane la via dove abito (via di Forte Braschi) a Roma è stata senza illuminazione. Chiamo la Polizia Municipale che gentilmente mi dice: "Non è di nostra competenza ma dovete chiamare l'ente erogatore del servizio, ovvero l'Acea". L'amico Marco, anche lui del quartiere, mi gira il numero verde dell'Acea dove ha già chiamato diverse volte (tel. 800130336) e anche io telefono segnalando il guasto. Non succede alcunché. Parlo con un amico che lavora in Comune il quale candidamente mi dice: "Tu li devi chiamare e minacciare che li denunci perchè se succede qualcosa alla tua famiglia o ai tuoi figli, causa strada completamente al buio, li riterrai responsabile".
Lunedì 2 ottobre, tornando a casa a piedi coi figli dopo la cena di compleanno, percorriamo al buio tutta la vita Forte Braschi e nel mentre chiamo ancora il numero verde. Il gentile operatore (ore 21.30) giustamente mi dice che lui non c'entra niente, io insisto chiedendo gli estremi ove mandare una denuncia "...perchè ho 4 figli che tornano a casa il pomeriggio da soli e ormai sta diventando buio presto..." e l'operatore mi lascia il numero del fax dove spedire denuncia. Prima di chiudere la telefonata mi richiede nome, cognome e numero civico esatto della mia abitazione, che comunico senza problemi, per inoltrare un sollecito ai tecnici, mi dice.
Mezz'ora dopo, siamo a casa, guardo fuori dalla finestra e la vita Forte Braschi è tornata illuminata, come per magia, come ci fosse stato solo un grande pulsante da spingere.
Coincidenza? Miracolo italiano? Miracolo romano? Ma davvero spengono le luci di alcuni quartieri per risparmiare? Oppure sono "così potente" che è bastata una garbata "minaccia"  telefonica?
Questa è l'Italia oggi e Roma ne rappresenta i difetti all'ennesima potenza.


mercoledì 4 ottobre 2017

Un altro nato nel giorno di San Francesco

Oggi, 4 Ottobre, San Francesco, è sempre stata una giornata importante sia perchè si festeggia "il mio Santo preferito" (lo conoscete il Tau?), sia perché è il compleanno della mia sorellina Cristina Gibertini Giussani e della mia cognatina Lucia Orsini, è l'onomastico del mio amico e testimone Francesco Borroni ma da oggi sarà anche sempre il compleanno del cuginetto (di quale grado non so) Kevin Petrocchi figlio di Andrea Petrocchi e Pamela Girolami.
Poi tanti Francesco e Francesca, auguri a tutti.
E voi, che cosa è capitato di bello oggi?

lunedì 2 ottobre 2017

Tra Dio e il Mare - 45 anni

Tra Dio e il Mare

Ho chiesto un giorno
solo per me
davanti a Dio
di fronte al mare
spogliato di ogni troppo
ridotto all'essenziale
senza domande
senza pensieri
solo risposte
portate dalla sua voce
che si fa onda

E' iniziato tutto
nella loro stanza
a sentire i respiri
nella notte
riconoscerne l'appartenenza
e cercare di capire
se fossero sogno
o incubo

poi l'Amore
della mia vita
e il nostro donarci
anche questa notte

infine un prete e un altare
il mare
e il Suo altare

Ti chiedo almeno
di poter raddoppiare
questa data
con lo stesso entusiasmo
e intraprendenza
e di essere sempre
quella stella di riferimento
per la mia famiglia



martedì 19 settembre 2017

... ma a casa mi hanno atteso i miei figli per la preghiera della sera....

Ho sostato dodici minuti presso il Molo Sud di San Benedetto del Tronto. Ho fatto due passi per rilassarmi dalla mattinata lavorativa, per respirare buona aria e ripartire per un pomeriggio intenso di lavoro. Sono poi arrivato dal primo cliente del pomeriggio e, dopo aver parcheggiato, ho aperto il baule per prendere la borsa del lavoro ma.... sorpresa, stupore, shock: la borsa non c'era.
Mi hanno aperto e chiuso l'auto e sottratto fraudolentemente la borsa senza che me ne accorgessi. 
Sono tornato sui miei passi ma niente da fare, non ho ritrovato nulla, nessuno ha visto alcunché.
Tre ore di strada per tornare a casa rimuginando su quello che era successo e sul dove potevo aver sbagliato.
Giunto al GRA un non annunciato incidente mi ha costretto a 57 minuti in più sul GRA e poi altri 37 minuti per cercare il parcheggio sotto casa.
Salito in casa con oltre 3 ore di ritardo sul previsto.... i miei figli mi aspettavano per le preghiere della sera.
Ho forzato il ritorno dell'entusiasmo e dell'ottimismo e così è stato.
A voi che mi avete rubato la borsa del lavoro auguro che: leggendo il libro "E Dio disse loro" possiate ricongiungervi con le vostre mogli; guardando i miei documenti di lavoro compriate una bilancia Gibertini; scrutando tra le mie foto di famiglia possiate mandare qualche soldo di aiuto per i miei figli; trovando quei fogli e disegni dei miei figli, che porto sempre con me perchè mi sono cari, mi restituiate almeno quelli.
Ecco le mie preghiere.
Poi, Signore, quando hai un attimo... facciamoci una bella chiacchierata, io e Te....


sabato 16 settembre 2017

Gli "occhioni" di Paolo non hanno bisogno del sostegno dello Stato

Secondo giorno di scuola. Paolo cammina con me mano nella mano e, vicino alle scale, riconosce prima di me la sua nuova maestra Silvia e le corre incontro gettandole addosso prima i suoi "occhioni" e poi un lungo largo caloroso abbraccio.
La maestra, visibilmente commossa, mi guarda e dice: "Mi ha già fatto innamorare questo bambino" e se lo spupazza per un po'.
A chi lo dice, Maestra!
Anche io e mamma Sara ne siamo innamorati e le possiamo confermare che è quello "sguardo profondo e vivo" a sostenere tutto, sono quegli occhioni a non aver bisogno del sostegno dello Stato che non è mai presente quando un figlio ha bisogno, per brillare e sprizzare luce e gioia attorno Ma noi ora, come genitori affidatari, costringeremo lo Stato a chinarsi al diritto allo studio di Paolo e lo faremo sciogliere davanti a quegli occhi e a quell'abbraccio!

venerdì 15 settembre 2017

Giornata della gratitudine: qualcuno grato e riconoscente per il tuo passato da combattente pro life c'è ancora

Oggi è la mia piccola e modesta giornata della gratitudine. Una amica lontana in km mi ha telefonato per coinvolgermi in un progetto europeo pro life, memore del mio passato da combattente, volontario e organizzatore nel  Movimento per la vita italiano.
Mi sono realmente commosso.
Qualcuna che riconosce il valore della Storia, e della storia personale, c'è ancora.
Ho accettato.
Sono grato e rendo grazie.

giovedì 14 settembre 2017

Primo giorno di scuola e prime battaglie per il nostro piccolo Paolo....

Primo giorno di scuola e prime battaglie per il nostro piccolo Paolo per potergli dare il sostegno adeguato previsto dalla Legge....
Piccolo mio, credono che io mi arrenda così facilmente?
Naaaaaaaaaaaaaaaaa
Ne vedremo delle belle. Stay tuned. Chi vuole sostenerci con consigli o preghiere sono sempre ben accette.
Grazie

lunedì 4 settembre 2017

Stamattina mi sono risvegliato così, con Pappi addosso

Stamattina mi sono risvegliato così, con Pappi addosso. Che cosa c'è di meglio per iniziare la giornata?

venerdì 1 settembre 2017

Ogni gradino, un ricordino

Per 30 anni sono partito da queste scale. Per la scuola, per sub, per il lavoro, per uscire ecc.ecc. e poi per Roma. Affetti. Ogni gradino un ricordino.

martedì 29 agosto 2017

E due bambine di Venarotta hanno cominciato a scrivere la loro storia......

Comunque la serata coi bambini è andata bene: domenica una mamma mi ha detto che le sue due figlie si erano messe a inventare una storia! Queste sono le mie gratificazioni
(se vuoi sapere che cosa è successo leggi qui)

lunedì 28 agosto 2017

Questo piccolo grande Pappi

Te lo ritrovi grande
ad aiutare gli altri
a fare ragionamenti difficili
ad aver paura di crescere
poi te lo ritrovi
nel lettone di 
mamma e babbo
con ancora la maglietta del Milan addosso
e il suo pupazzo preferito
a dormire come un cucciolo

Questo è il nostro
piccolo grande Matteo
da sempre Pappi
entrato nella nostra vita
sette anni fa
che oggi festeggia
il suo compleanno

giovedì 24 agosto 2017

"... ma il Signore non era nel terremoto", dal Primo Libro dei Re

Dal Primo Libro dei Re (19,19a-11-13a)
Gli fu detto: «Esci e fermati sul monte alla presenza del Signore». Ecco, il Signore passò. Ci fu un vento impetuoso e gagliardo da spaccare i monti e spezzare le rocce davanti al Signore, ma il Signore non era nel vento. Dopo il vento ci fu un terremoto, ma il Signore non era nel terremoto. 12 Dopo il terremoto ci fu un fuoco, ma il Signore non era nel fuoco. Dopo il fuoco ci fu il mormorio di un vento leggero. 13 Come l'udì, Elia si coprì il volto con il mantello, uscì e si fermò all'ingresso della caverna. 

mercoledì 23 agosto 2017

Abbiamo fatto una Storia, ora continuatela voi a casa vostra

Coi bambini di Venarotta abbiamo costruito la prima Storia, ora continuatela voi a casa vostra, nelle vostre stanze da letto, coi vostri genitori, coi vostri nonni, coi vostri fratelli più grandi.
Grazie della possibilità che mi avete dato in questa splendida serata venarottese.

martedì 22 agosto 2017

Grazie Regina dell'Amore

Grazie di essere stata con noi qualche giorno anche fisicamente dopo che siamo insieme tutti i giorni spiritualmente.
Torna presto Regina dell'Amore.

lunedì 21 agosto 2017

Nomadelfia: semplicità e gioia nel Vangelo

Non vivono il Vangelo, vivono nel Vangelo e lo testimoniano sempre con gioia e semplicità anche quando fanno le cose abitudinarie, anche quando giocano tra di loro, anche quando organizzano l'estrazione dei posti per la cena, anche quando improvvisano una festa per salutarsi.
Stasera abbiamo partecipato ai loro saluti alla Propaganda 2017, una fesa interna prima delle due serate finali ad Ascoli Piceno
Un clima semplice, allegro, gioioso, coinvolgente anche stando seduto su una sedia a osservare tutta questa vita, giovane e meno giovane, esprimersi.

domenica 20 agosto 2017

Visita parenti

Risalendo l'Italia spesso i miei fratelli e sorelle si fermano qui, al centro del mondo, a Venarotta per una giornata di relax, ottima cucina, aria buona.
Il periodo delle vacanze facilita anche questi incontri.
Grazie Signore di questa famiglia numerosa, di questo legame che coltiviamo tra noi fratelli per restare uniti, per vederci, almeno quelle tre volte l'anno, e speriamo sia d'esempio per i nostri figli.
Le vacanze sono anche il periodo delle visite parenti e dai, sfatiamo la solita diceria, non sempre questa è una cosa negativa, anzi!

sabato 19 agosto 2017

Le meraviglie di Ascoli Piceno a portata di mamma Sara

Mamma Sara oggi ha fatto la "guida turistica" di Ascoli Piceno per gli amici di Nomadelfia, gruppo bambini!
Bravissima come sempre la nostra mamma e mia moglie ha spiegato anche noi "ascolani" tante cose che non conoscevamo.
Evviva Ascoli, evviva mamma Sara evviva l'amicizia con Nomadelfia.

giovedì 17 agosto 2017

Sarà davvero un nuovo inizio per il mio Milan?

Leonardo Bonucci, strappato inaspettatamente alla Juventus, ha radunato in mezzo al campo i nuovi giocatori del Milan e gli ha fatto simil discorso:
"Uniti tutti insieme dobbiamo riportare il MIlan in alto. Servi tu, tu e anche tu (indicando i compagni). Dobbiamo diventare una squadra, dobbiamo tornare squadra, noi siamo LA squadra".
E' davvero un nuovo inizio!

mercoledì 16 agosto 2017

Un onore cantare col maestro Maurizio Travaglini

Dopo circa due anni ce l'abbiamo fatta. Maurizio Travaglini, grande musicista, maestro di musica, mi ha concesso l'onore di cantare accompagnato da lui e dalla sua chitarra acustica.
Maurizio non è un fan sfegatato, come me di Vasco Rossi ma si è prestato al "gioco" e mi ha concesso questa possibilità (se volete vedere qualche risultato lo trovate anche qui su you tube).
Maurizio è talmente bravo che è capace di metterti a tuo agio in ogni situazione, anche in canzoni sempre canticchiate in auto ma mai cantate davanti a un microfono (Sally, difficilissima!!!!).
A lui basta sentire una canzone una volta sola per riprodurne perfettamente (se non migliorandola) l'anima.... io ci ho provato a mettere del mio!
Grazie maestro

sabato 12 agosto 2017

Quando vieni al Sud piangi tre volte.....

Quando vieni al Sud piangi tre volte: quando arrivi e quando te ne vai ma anche quando vi resti nel vivere in tutta quella ricchezza umiliata

venerdì 11 agosto 2017

La Reggia di Caserta è come l'Italia: splendida ma trascurata


 Esempio dell'Italia: splendida ma trascurata. La Reggia stupenda ma i giardini e il lago meriterebbero più cura e pulizia. Il biglietto a 12 euro per gli adulti va bene ma che i minori di 18 anni non paghino mi sembra una esagerazione. Facciamo 5 euro per tutti e non se ne parli più e ve lo dice uno che ha 4 figli. Comunque assolutamente da visitare.

giovedì 10 agosto 2017

Il desiderio è quello di riuscire a coltivare ancora la nostra amicizia

In questa notte dei desideri (e delle stelle cadenti) abbiamo lanciato, nel cielo di Avola, una lanterna assieme ai nostri figli e alla famiglia di Yulia (con Mikhail ed Elisa).
Si possono dire i desideri? 
Uno solo dai, permettetemelo. E' un ringraziamento a Sara e Yulia per aver coltivato nel tempo (30 anni) la loro amicizia (nonostante la distanza Italia - Russia) nella speranza che possiamo rivederci, magari ogni anno, magari ancora qui. Vola, lanterna vola.....

martedì 1 agosto 2017

Palermo: un saluto a Falcone e poi una immersione nella capitale mondiale dell'arte

Appena sbarcati a Palermo siamo andati a deporre un pensierino 
prima ai piedi dell'albero Falcone e poi a Capaci dove c'è una stele proprio sul luogo nel quale è stato ucciso il giudice Falcone. Così ha voluto nostro figlio grande, Mauro, che ha studiato un po' la storia dei Giudici Falcone e Borsellino e ha visto i film giusti.
Ovviamente Palermo non è solo questo e grazie ad Antonella e Bruno (due storici amici) abbiamo vissuto prima una esperienza unica e poi un assaggio della capitale mondiale del barocco, fenicio, normanno e arabo.... 

lunedì 31 luglio 2017

Vedi Napoli e poi...parti

Il nostro viaggio è iniziato da Napoli con la nave della notte per Palermo ma solo dopo un saluto a degli amici e un giro per la splendida città.
Vedi Napoli e poi parti perchè davvero questa è una Capitale mediterranea a tutti gli effetti. Basta una giornata per vedere Napoli? No di certo ma è sufficiente per assaporarne il gusto e avere il desiderio di tornarci e tornarci più volte.
Grazie agli amici Francesco e Sofia per l'ottimo pranzo a casa loro con vista sul Vesuvio (oh ma sto Vesuvio si vede da dovunque!).

domenica 30 luglio 2017

Per me sei nato il 31

Per me sei nato il 31
perchè allora
25 anni fa
non c'erano i cellulari
i messaggi immediati
e a capodocacavallo
c'era da fare la coda
prima di poter telefonare
e io 
sapendo del tuo arrivo
chiamavo 
ogni due giorni

giovedì 27 luglio 2017

A Matteo è proprio piaciuta la maschera da sub nuova se la porta anche in Vasca da bagno

A Matteo è proprio piaciuta la maschera nuova se la porta anche in Vasca da bagno per scoprire nuovi fondali

mercoledì 26 luglio 2017

Il Fantastico mondo di Mauro

IL FANTASTICO MONDO DI MAURO

Dodici anni oggi
Mauro
e siamo lontani
fisicamente
ma ti ho sentito festeggiare
felice
con mamma
e coi fratelli

Piccolo grande uomo
piccolo grande artista
coltiva sempre
il fanciullino che è in te
e che ti fa essere così spensierato
e che ti fa essere
cosi creativo

sabato 8 luglio 2017

Il gioco educativo dell'estate del Komandante Mamma Sara

In tanti ci hanno chiesto spiegazioni di questo gioco. Allora è tutto molto semplice. Per ognuno di questi compiti effettuati dai bambini (figli, nipoti, cugini ecc.ecc) vi è il punteggio segnato a fianco (ovviamente potete variare compito e relativi punti in base all'età e al sesso dei vostri figli). Non vince uno solo ma tutti possono vincere. A 100 punti vi è un premio che può essere una mancia (20 euro) o un regalo di simile valore. Tutto molto semplice. Per ora la gara è appassionante e ben partecipata.