sabato 16 settembre 2017

Gli "occhioni" di Paolo non hanno bisogno del sostegno dello Stato

Secondo giorno di scuola. Paolo cammina con me mano nella mano e, vicino alle scale, riconosce prima di me la sua nuova maestra Silvia e le corre incontro gettandole addosso prima i suoi "occhioni" e poi un lungo largo caloroso abbraccio.
La maestra, visibilmente commossa, mi guarda e dice: "Mi ha già fatto innamorare questo bambino" e se lo spupazza per un po'.
A chi lo dice, Maestra!
Anche io e mamma Sara ne siamo innamorati e le possiamo confermare che è quello "sguardo profondo e vivo" a sostenere tutto, sono quegli occhioni a non aver bisogno del sostegno dello Stato che non è mai presente quando un figlio ha bisogno, per brillare e sprizzare luce e gioia attorno Ma noi ora, come genitori affidatari, costringeremo lo Stato a chinarsi al diritto allo studio di Paolo e lo faremo sciogliere davanti a quegli occhi e a quell'abbraccio!

venerdì 15 settembre 2017

Giornata della gratitudine: qualcuno grato e riconoscente per il tuo passato da combattente pro life c'è ancora

Oggi è la mia piccola e modesta giornata della gratitudine. Una amica lontana in km mi ha telefonato per coinvolgermi in un progetto europeo pro life, memore del mio passato da combattente, volontario e organizzatore nel  Movimento per la vita italiano.
Mi sono realmente commosso.
Qualcuna che riconosce il valore della Storia, e della storia personale, c'è ancora.
Ho accettato.
Sono grato e rendo grazie.

giovedì 14 settembre 2017

Primo giorno di scuola e prime battaglie per il nostro piccolo Paolo....

Primo giorno di scuola e prime battaglie per il nostro piccolo Paolo per potergli dare il sostegno adeguato previsto dalla Legge....
Piccolo mio, credono che io mi arrenda così facilmente?
Naaaaaaaaaaaaaaaaa
Ne vedremo delle belle. Stay tuned. Chi vuole sostenerci con consigli o preghiere sono sempre ben accette.
Grazie

lunedì 4 settembre 2017

Stamattina mi sono risvegliato così, con Pappi addosso

Stamattina mi sono risvegliato così, con Pappi addosso. Che cosa c'è di meglio per iniziare la giornata?

venerdì 1 settembre 2017

Ogni gradino, un ricordino

Per 30 anni sono partito da queste scale. Per la scuola, per sub, per il lavoro, per uscire ecc.ecc. e poi per Roma. Affetti. Ogni gradino un ricordino.

martedì 29 agosto 2017

E due bambine di Venarotta hanno cominciato a scrivere la loro storia......

Comunque la serata coi bambini è andata bene: domenica una mamma mi ha detto che le sue due figlie si erano messe a inventare una storia! Queste sono le mie gratificazioni
(se vuoi sapere che cosa è successo leggi qui)

lunedì 28 agosto 2017

Questo piccolo grande Pappi

Te lo ritrovi grande
ad aiutare gli altri
a fare ragionamenti difficili
ad aver paura di crescere
poi te lo ritrovi
nel lettone di 
mamma e babbo
con ancora la maglietta del Milan addosso
e il suo pupazzo preferito
a dormire come un cucciolo

Questo è il nostro
piccolo grande Matteo
da sempre Pappi
entrato nella nostra vita
sette anni fa
che oggi festeggia
il suo compleanno

giovedì 24 agosto 2017

"... ma il Signore non era nel terremoto", dal Primo Libro dei Re

Dal Primo Libro dei Re (19,19a-11-13a)
Gli fu detto: «Esci e fermati sul monte alla presenza del Signore». Ecco, il Signore passò. Ci fu un vento impetuoso e gagliardo da spaccare i monti e spezzare le rocce davanti al Signore, ma il Signore non era nel vento. Dopo il vento ci fu un terremoto, ma il Signore non era nel terremoto. 12 Dopo il terremoto ci fu un fuoco, ma il Signore non era nel fuoco. Dopo il fuoco ci fu il mormorio di un vento leggero. 13 Come l'udì, Elia si coprì il volto con il mantello, uscì e si fermò all'ingresso della caverna. 

mercoledì 23 agosto 2017

Abbiamo fatto una Storia, ora continuatela voi a casa vostra

Coi bambini di Venarotta abbiamo costruito la prima Storia, ora continuatela voi a casa vostra, nelle vostre stanze da letto, coi vostri genitori, coi vostri nonni, coi vostri fratelli più grandi.
Grazie della possibilità che mi avete dato in questa splendida serata venarottese.

martedì 22 agosto 2017

Grazie Regina dell'Amore

Grazie di essere stata con noi qualche giorno anche fisicamente dopo che siamo insieme tutti i giorni spiritualmente.
Torna presto Regina dell'Amore.

lunedì 21 agosto 2017

Nomadelfia: semplicità e gioia nel Vangelo

Non vivono il Vangelo, vivono nel Vangelo e lo testimoniano sempre con gioia e semplicità anche quando fanno le cose abitudinarie, anche quando giocano tra di loro, anche quando organizzano l'estrazione dei posti per la cena, anche quando improvvisano una festa per salutarsi.
Stasera abbiamo partecipato ai loro saluti alla Propaganda 2017, una fesa interna prima delle due serate finali ad Ascoli Piceno
Un clima semplice, allegro, gioioso, coinvolgente anche stando seduto su una sedia a osservare tutta questa vita, giovane e meno giovane, esprimersi.

domenica 20 agosto 2017

Visita parenti

Risalendo l'Italia spesso i miei fratelli e sorelle si fermano qui, al centro del mondo, a Venarotta per una giornata di relax, ottima cucina, aria buona.
Il periodo delle vacanze facilita anche questi incontri.
Grazie Signore di questa famiglia numerosa, di questo legame che coltiviamo tra noi fratelli per restare uniti, per vederci, almeno quelle tre volte l'anno, e speriamo sia d'esempio per i nostri figli.
Le vacanze sono anche il periodo delle visite parenti e dai, sfatiamo la solita diceria, non sempre questa è una cosa negativa, anzi!

sabato 19 agosto 2017

Le meraviglie di Ascoli Piceno a portata di mamma Sara

Mamma Sara oggi ha fatto la "guida turistica" di Ascoli Piceno per gli amici di Nomadelfia, gruppo bambini!
Bravissima come sempre la nostra mamma e mia moglie ha spiegato anche noi "ascolani" tante cose che non conoscevamo.
Evviva Ascoli, evviva mamma Sara evviva l'amicizia con Nomadelfia.

giovedì 17 agosto 2017

Sarà davvero un nuovo inizio per il mio Milan?

Leonardo Bonucci, strappato inaspettatamente alla Juventus, ha radunato in mezzo al campo i nuovi giocatori del Milan e gli ha fatto simil discorso:
"Uniti tutti insieme dobbiamo riportare il MIlan in alto. Servi tu, tu e anche tu (indicando i compagni). Dobbiamo diventare una squadra, dobbiamo tornare squadra, noi siamo LA squadra".
E' davvero un nuovo inizio!

mercoledì 16 agosto 2017

Un onore cantare col maestro Maurizio Travaglini

Dopo circa due anni ce l'abbiamo fatta. Maurizio Travaglini, grande musicista, maestro di musica, mi ha concesso l'onore di cantare accompagnato da lui e dalla sua chitarra acustica.
Maurizio non è un fan sfegatato, come me di Vasco Rossi ma si è prestato al "gioco" e mi ha concesso questa possibilità (se volete vedere qualche risultato lo trovate anche qui su you tube).
Maurizio è talmente bravo che è capace di metterti a tuo agio in ogni situazione, anche in canzoni sempre canticchiate in auto ma mai cantate davanti a un microfono (Sally, difficilissima!!!!).
A lui basta sentire una canzone una volta sola per riprodurne perfettamente (se non migliorandola) l'anima.... io ci ho provato a mettere del mio!
Grazie maestro

sabato 12 agosto 2017

Quando vieni al Sud piangi tre volte.....

Quando vieni al Sud piangi tre volte: quando arrivi e quando te ne vai ma anche quando vi resti nel vivere in tutta quella ricchezza umiliata

venerdì 11 agosto 2017

La Reggia di Caserta è come l'Italia: splendida ma trascurata


 Esempio dell'Italia: splendida ma trascurata. La Reggia stupenda ma i giardini e il lago meriterebbero più cura e pulizia. Il biglietto a 12 euro per gli adulti va bene ma che i minori di 18 anni non paghino mi sembra una esagerazione. Facciamo 5 euro per tutti e non se ne parli più e ve lo dice uno che ha 4 figli. Comunque assolutamente da visitare.

giovedì 10 agosto 2017

Il desiderio è quello di riuscire a coltivare ancora la nostra amicizia

In questa notte dei desideri (e delle stelle cadenti) abbiamo lanciato, nel cielo di Avola, una lanterna assieme ai nostri figli e alla famiglia di Yulia (con Mikhail ed Elisa).
Si possono dire i desideri? 
Uno solo dai, permettetemelo. E' un ringraziamento a Sara e Yulia per aver coltivato nel tempo (30 anni) la loro amicizia (nonostante la distanza Italia - Russia) nella speranza che possiamo rivederci, magari ogni anno, magari ancora qui. Vola, lanterna vola.....

martedì 1 agosto 2017

Palermo: un saluto a Falcone e poi una immersione nella capitale mondiale dell'arte

Appena sbarcati a Palermo siamo andati a deporre un pensierino 
prima ai piedi dell'albero Falcone e poi a Capaci dove c'è una stele proprio sul luogo nel quale è stato ucciso il giudice Falcone. Così ha voluto nostro figlio grande, Mauro, che ha studiato un po' la storia dei Giudici Falcone e Borsellino e ha visto i film giusti.
Ovviamente Palermo non è solo questo e grazie ad Antonella e Bruno (due storici amici) abbiamo vissuto prima una esperienza unica e poi un assaggio della capitale mondiale del barocco, fenicio, normanno e arabo.... 

lunedì 31 luglio 2017

Vedi Napoli e poi...parti

Il nostro viaggio è iniziato da Napoli con la nave della notte per Palermo ma solo dopo un saluto a degli amici e un giro per la splendida città.
Vedi Napoli e poi parti perchè davvero questa è una Capitale mediterranea a tutti gli effetti. Basta una giornata per vedere Napoli? No di certo ma è sufficiente per assaporarne il gusto e avere il desiderio di tornarci e tornarci più volte.
Grazie agli amici Francesco e Sofia per l'ottimo pranzo a casa loro con vista sul Vesuvio (oh ma sto Vesuvio si vede da dovunque!).

domenica 30 luglio 2017

Per me sei nato il 31

Per me sei nato il 31
perchè allora
25 anni fa
non c'erano i cellulari
i messaggi immediati
e a capodocacavallo
c'era da fare la coda
prima di poter telefonare
e io 
sapendo del tuo arrivo
chiamavo 
ogni due giorni

giovedì 27 luglio 2017

A Matteo è proprio piaciuta la maschera da sub nuova se la porta anche in Vasca da bagno

A Matteo è proprio piaciuta la maschera nuova se la porta anche in Vasca da bagno per scoprire nuovi fondali

mercoledì 26 luglio 2017

Il Fantastico mondo di Mauro

IL FANTASTICO MONDO DI MAURO

Dodici anni oggi
Mauro
e siamo lontani
fisicamente
ma ti ho sentito festeggiare
felice
con mamma
e coi fratelli

Piccolo grande uomo
piccolo grande artista
coltiva sempre
il fanciullino che è in te
e che ti fa essere così spensierato
e che ti fa essere
cosi creativo

sabato 8 luglio 2017

Il gioco educativo dell'estate del Komandante Mamma Sara

In tanti ci hanno chiesto spiegazioni di questo gioco. Allora è tutto molto semplice. Per ognuno di questi compiti effettuati dai bambini (figli, nipoti, cugini ecc.ecc) vi è il punteggio segnato a fianco (ovviamente potete variare compito e relativi punti in base all'età e al sesso dei vostri figli). Non vince uno solo ma tutti possono vincere. A 100 punti vi è un premio che può essere una mancia (20 euro) o un regalo di simile valore. Tutto molto semplice. Per ora la gara è appassionante e ben partecipata.

domenica 2 luglio 2017

A voi rivoluzionari da tastiera che invidiate il nostro divertirci voglio dire che...

A voi rivoluzionari da tastiera che invidiate il nostro divertirci o che condannate i nostri costumi voglio dire....
A voi che se andiamo a un concerto in 200 mila ci dite che non siamo in grado di andare così in tanti a protestare davanti al Parlamento per cambiare l'Italia
A voi che se mangiamo panino e porchetta a una Sagra del Paese ci dite che dovremmo impegnarci per risolvere la fame nel mondo
A voi che se andiamo in vacanza ci dite che poi ci lamentiamo della crisi voglio dire che avete rotto il c...
Vivo a Roma e non mi pare siate tutti  i giorni sotto il Parlamento a cambiare l'Italia o organizziate iniziative coinvolgenti e interessanti per farlo; non mi pare di vedervi distribuire da mangiare ai barboni della stazione o passare le vacanze negli ospizi.
Sappiate che noi andiamo a un Concerto di Vasco Rossi per divertirci, non per cambiare il mondo e se anche voi tutti i giorni siete impegnati in questo (mi pare però solo da dietro la tastiera) ognuno di noi continuerà ad andare alla Sagra della Porchetta facendo e vivendo le sue battaglie quotidiane.
Giudicatevi da soli, a noi lasciateci cantare e ballare e vivere la nostra vita della quale non sapete un bel niente.

giovedì 29 giugno 2017

Scusate, mi urge una doverosa precisazione

Mi urge una doverosa precisazione sul mio post di qualche giorno fa dal titolo "Dove non avrei mai pensato".
Sono stato volutamente criptico ma conosco le regole del gioco: un post pubblico non è più privato quindi agli oltre 700 lettori di quello scritto, ma soprattutto agli amici e parenti che si sono preoccupati, aumentando ansie e problemi,  indirizzo questa spiegazione.
Stiamo facendo per Paolo, il bambino che abbiamo in affido, tutte le pratiche per l'invalidità civile. L'ho quindi accompagnato, per la visita di verifica, presso la Commissione Medica Integrata dell'INPS e qui mi sono imbattuto in una realtà che mi ha sconvolto e scombussolato (prima di essere felicemente devastato) fatta di persone senza gambe, malati psichiatrici e madri ottantenni consumate da una vita dietro al proprio figlio e alla burocrazia italiana.
Ho proiettato la mia vita e quella di nostro figlio e mi ha colto il dolore di padre ma, essendo anche scrittore, ho come catarsi questa, di scrivere e ho buttato giù quelle quattro righe affidandole a tutti voi.
Ringrazio i tanti che han voluto sapere ma soprattutto quelli che si sono subito messi a supportare la mia pochezza, e debolezza, con continue preghiere: non smettete.
Mi spiace aver creato panico tra gli amici e dissapori in chi magari ha disgrazie più grandi ma qui non si tratta di fare una gara del dolore: questo è il mio blog e qui c'è la mia vita con le sue gioie e i suoi dolori.


mercoledì 28 giugno 2017

A Vasco Rossi vorrei dire che....

Il 27 gennaio scorso sono usciti i biglietti per il concerto di Modena Park e io, come tanti anni, mi sono messo in coda, davanti al computer, per poterli comprare.
Io, sposato, padre di 4 figli, laureato, con un lavoro, cattolico praticante, amante della letteratura ed altro ancora.
Da allora è iniziato un frenetico e ansioso conto alla rovescia, mese dopo mese, ed eccoci qua.

martedì 27 giugno 2017

Dove non avrei mai pensato

Oggi è stata una giornata difficilissima. Sono stato dove mai avrei pensato, sono stato dove mai avrei voluto essere ma devo combattere al tuo fianco, per te, e sappi che lo farò fino alla morte.

venerdì 23 giugno 2017

Ti amo perchè

ti amo perchè
mi chiedi
perchè ti amo
che forse
da troppo tempo non lo sentivi
o ce lo siamo detti
con gli altri linguaggi
del corpo
e della mente


ma hai ragione tu
sentirselo dire
non stanca mai
per rafforzare tutti questi giorni
per ricordarci
le motivazioni
dalle quali siamo partiti
e verso le quali
stiamo andando


ti amo perchè
con te
qualsiasi risposta
va bene

sabato 17 giugno 2017

Matteo: "Come è brava mamma hai scelto proprio la mamma giusta"

Commento di Matteo alla ultima impresa civile e civica di mia moglie Sara :"Come è brava mamma hai scelto proprio la mamma giusta".
Tutto questo me lo ha detto dandomi un colpetto compiaciuto sulla pancia.

venerdì 16 giugno 2017

Alla gente maleducata e incivile che non sa mettere la monnezza nei bidoni vuoti risponde mia moglie mettendola lei

Alla gente maleducata e incivile che non sa mettere la monnezza nei bidoni vuoti risponde mia moglie mettendola lei. Abbiamo anche messo un cartello che è stato strappato da un signore col quale abbiamo battibeccato (sarà stato forse lui a mettere tutta quella robaccia per terra?)
Siccome questi bidoni sono proprio sotto il nostro balcone, faremo la guardia! Come abbiamo detto tante volte qui non è colpa dei dipendenti AMA ma degli incivili e maleducati che abitano questa città e che hanno trasformato Roma in uno schifo.






giovedì 15 giugno 2017

Le prime piccole partenze dei figli. Massimo: "Babbo, salutami veloce così non piangiamo!"

Chi mi conosce bene lo sa che mi commuovo ad ogni partenza (io preferisco gli arrivi) soprattutto se queste riguardano i figli.
Adesso che i primi due stanno diventando grandicelli, ovviamente queste situazioni sono più frequenti.
Massimo è come me. 
Massimo se mi vede piangere comincia anche lui.
Così è stato ieri quando abbiamo lasciato Mauro a Venarotta dalla nonna.
Oggi ho dovuto accompagnare lui alla partenza a Termini per il Congresso dei Gen4. Però ci siamo messi d'accordo per un saluto veloce, indolore, in modo da non cominciare a piangere.
E così è stato.
Prova superata.
Grazie figlio mio, buon viaggio e buon congresso e ti assicuro che al ritorno avrò il mio miglior sorriso!
Babbo Giorgio Jolly 

mercoledì 14 giugno 2017

Cose da commerciale: la richiesta di appuntamento al citofono

Cose da commerciale. Vedo un'azienda nuova. Suono al citofono senza appuntamento. Mi risponde una voce di donna che mi dice che senza appuntamento non ricevono e di mandare una mail ecc.ecc. Allora io. come di consuetudine chiedo, sempre al citofono, sotto i 34 gradi: mi darebbe gentilmente un nominativo di riferimento? La signorina tranquilla risponde: il mio. E allora io con naturalezza: ma se devo chiedere appuntamento a lei non può aprirmi direttamente ora?
E a queste parole magiche il cancellone si aprì.

mercoledì 7 giugno 2017

Non dire mai: ho finito con le recite di fine anno! Anche Paolo "diplomato" e pronto per la prima elementare

L'anno scorso di questi tempi guardavo Matteo ritirare il diplomino ed essere promosso per la Prima Elementare. Mi sono detto: almeno con la scuola materna abbiamo finito. Il Grande Capo invece, che spesso è anche burlone, a dicembre scorso ci ha fatto un nuovo regalo e oggi eravamo di nuovo qui per la Festa dei Passaggi a "celebrare" la promozione di Paolo alla prima elementare. Onde evitare altre sorprese non ho neanche minimamente pensato al fatto di aver finito con la scuola materna e voi non lo state leggendo.

lunedì 5 giugno 2017

Madrina e Padrino di Battesimo di Maria Lucia (Alba Dafne)

Ieri io e Sara, per la prima volta assieme, siamo stati Madrina e Padrino al Battesimo di Maria Lucia, figlia di Marta e Mirko.
E' la prima volta che ci capita assieme e ovviamente abbiamo accolto questa richiesta amichevole con molta gioia e con la dovuta emozione.
Durante la celebrazione di ieri però la commozione ha raggiunto livelli altissimi quando don Nunzio ci ha guardato negli occhi e ha usato (all'incirca) queste ferme parole: "Un giorno Dio vi chiederà conto di come avrete aiutato Maria Lucia nel suo cammino di Fede".
Ho guardato i nostri quattro figli ai quali stiamo cercando di trasmettere la Fede e poi Maria Lucia in braccio a Sara e poi mia moglie e ho proprio capito il concetto di famiglia che vuole la Chiesa: tutti aiutano tutti a incontrare Dio.
Grazie Signore per averci scelto, grazie quindi Marta e Mirko per averci chiamato ma attenti anche voi due perché il sacerdote ci ha detto che dobbiamo "aiutarvi"! 
Carissima Maria Lucia, ti abbiamo poi messo il nome delle nostre nonne (Alba e Dafne): che tu abbia lunga vita come loro, che tu abbia la loro stessa Fede e proveremo ad aiutarti!



martedì 30 maggio 2017

Il Monte Conero visto dalla terrazza di Numana (in mia fotografia e quadro di mio figlio Mauro)

Sono stato qui su questa terrazza con amici per scoprire il quasi segreto della felicità.  Ho scattato fotografie per fermare il momento e per ri gustarmi, con calma, questo panorama. La maestra Federica ha poi scelto una di queste foto per il quadro di Mauro e quindi ora eccoci qua: foto, quadro, ricordi, mare, panorama, Italia.
Delizia per gli occhi e per il cuore.



lunedì 15 maggio 2017

Correttezza inaspettata ma sempre gradita della Pizzeria H2O & Farina in Roma

Ieri sera ci è successo questo. Abbiamo ordinato 6 pizze, tramite Just Eat, da H2O & Farina di Via Forte Braschi 102 a Roma ma le pizze ci sono arrivate con oltre una ora di ritardo.
Alla consegna il titolare mi ha telefonato scusandosi, ci ha regalato una bottiglia di Coca Cola e pure ci ha rimborsato tutta la spesa.
Seppur in ritardo abbiamo mangiato (molto bene) tutti gratis, insomma.
Succede, oggi, a Roma.
Complimenti per la correttezza e il gesto inaspettato quanto gradito.
Sicuramente ci torneremo.

sabato 13 maggio 2017

Il Battesimo di Paola

Il battesimo di Paola. Ehi piccolina, guarda quanti amichetti hai attorno. Che bello nascere e crescere sapendo che tra i tuoi amici ci sono già tanti bimbi ad aspettarti. Auguri Paola e benvenuta nella nostra Comunità della Parrocchia San Lino e nel nostro numeroso e , Grazie a Dio, prolifico gruppo famiglie. Auguri anche a mamma Mariangela e papà Pasquale 

sabato 29 aprile 2017

lunedì 24 aprile 2017

Baci da Pisa

Baci da Pisa. Finalmente. Pisa per noi è quella meta sempre di passaggio verso il Nord o al ritorno da Milano o Genova. Questa volta abbiamo deciso di anticipare il rientro per fermarci almeno qualche ora a far vedere ai ragazzi almeno la splendida Piazza Campo dei Miracoli con la Torre Pendente. Luoghi di visitare. Certo non siamo riusciti a salire sulla Torre perchè era a pagamento (18 euro a persona mi sembra troppo) e perchè ormai è tutto su prenotazione.... ma fa niente, da fuori lo spettacolo è gratis ed è sicuramente bello.


sabato 22 aprile 2017

Nozze d’Avorio – 55 anni – Paolo e Rosalba

Nozze d’Avorio – 55 anni – Paolo e Rosalba

C’è chi
cinquantacinque anni di matrimonio
li chiama miracolo
e forse non sbaglia
a metà tra lo smeraldo
e quell’avorio
che avete trovato grezzo
e lavorato
giorno dopo giorno
per farne il gioiello più bello
questo
che portate al collo
e che avete attorno

venerdì 21 aprile 2017

Quando ero un combattente pro life in prima linea cantavo una canzone degli Articolo 31

L'album della memoria oggi mi riporta a galla alcuni fogli che usavo una decina di anni fa quando andavo in giro per le scuole, e non solo, a parlare per la vita e contro l'aborto.
Con piacere ho ritrovato anche il testo della canzone degli Articolo31 che usavo (si proprio loro). Le parole sono queste (efficaci!), la musica è allegata.
Buona lettura e buona cantata

Bambini 
questa è la storia, la storia di un errore 
dovuto a qualche birra, 
e a un sedile posteriore 
nessuno pensa al futuro il venerdì 
un buco nel goldone 
e lui è arrivato qui 
stupito il dottore 
guardava quel bambino 
che non voleva piangere e mostrava il suo ditino 
e serio serio fissava suo papà 
sembrava gli dicesse dalla culla 
potrò sembrarti così sbagliato 
ma a me va bene star qui 
sdraiato dammi solo una possibilità 
e la mia voce sarà l'ultima bomba in città 
sono manganelli e sassi ma alla fine ti ritrovi 
a far parte del sistema contro cui manifestavi 
ma lui amava la sua diversità 
e non lo voleva un posto dentro questa società 
ma quando poi la vide ridere 
sola a quel concerto che ballava 
capì cosa vuol dire vivere 
e nel petto il cuore gli diceva 
potrà sembrarti così sbagliato 
ma almeno lasciami qui un bacio 
dammi solo una possibilità 
e il nostro amore sarà 
l'ultima bomba in città 
l'ultima bomba in città 
diminuiscono i compagni e ti allontani dai vent'anni 
e lui diceva "forse amore sono inutili i miei affanni 
qui sono rimasti a fare da padroni 
i soliti ladroni che però han cambiato i nomi 
il male che c'è fuori è troppo enorme da cambiare 
e allora io da qui cosa ci son passato a fare? 
Ma lei aveva una nuova vita in se 
e guardandosi la pancia disse ora combatteremo in tre 
il tuo passaggio non è sbagliato 
ed il motivo è qui è nato 
dagli solo una possibilità 
e la sua vita sarà l'ultima bomba in città 
l'ultima bomba in città 
ma quando poi la vide ridere 
sola a quel concerto che ballava 
capii che l'importante è vivere 
e nel petto il cuore gli scoppiava boom 
lo so che sembra così sbagliato 
ma a me va bene star qui stonato 
lo so che sembro così fumato 
ma dammi solo una possibilità
dammi solo una possibilità
e la mia voce sarà 
l'ultima bomba in....

lunedì 17 aprile 2017

Coi figli a San Benedetto del Tronto guardando al futuro

Coi figli a San Benedetto del Tronto guardando al futuro nostro, loro, della nostra famiglia.
Che ci sia sempre in noi quest'orizzonte di mare e di amore

Cinque cose semplici che ho imparato da questa Pasqua

Mi porto via nel cuore cinque cose semplici che ho imparato da questo periodo Quaresimale e Pasquale e che ripeto, per iscritto, soprattutto a me stesso e a chi le vuole condividere.
1. “Non siete stati capaci di vegliare una ora sola con me.” Sin da piccolo questo rimprovero fermo, e affettuoso, di Gesù ai suoi fedelissimi apostoli mi ha colpito nel segno. Un’ora sola di preghiera, ci chiede Gesù, non dico ogni giorno ma almeno ogni tanto, almeno la Domenica andando alla Messa. Eppure niente. Quante volte il sonno, non solo quello fisico ma anche quello spirituale, che diventa pigrizia, prende il sopravvento e lasciamo nostro Signore da solo per poi lamentarci incolpandolo che è Lui ad averci lasciato da soli. Quante volte non sono stato capace di vegliare una ora solo con Te!
2 “La figura del Cireneo“. Questo personaggio della Quinta stazione è stato a volte spiegato male ma l’insegnamento qui è quello della umiltà. Gesù Cristo, Lui, il Potente, il Figlio di Dio si fa aiutare dagli altri, da un altro. Quindi quante volte noi preferiamo fare da soli, perchè ci sentiamo super eroi, senza accettare l’aiuto degli amici, del marito, della moglie, del vicino di casa, del prossimo. La quinta stazione ci insegna ad essere umili.

domenica 16 aprile 2017

Nonne, famiglia, uova di Pasqua, bambini, Resurrezione: la sintesi della Pasqua

Pasqua a Venarotta. Nonne, famiglia,bambini, uova, tante, e soprattutto la Resurrezione. Grazie Signore di tutti questi doni.

sabato 15 aprile 2017

Via Crucis (via Salaria) dei terremotati - quattordicesima stazione

14)   GESU E’ DEPOSTO NEL SEPOLCRO

Lasciate che i morti seppelliscano i loro morti.
Non ci sono più i funerali, ora. Anche le lacrime si stanno asciugando e rimane aperta come una ferita la lunga ricostruzione.  A stento la vita riparte nonostante la burocrazia che uccide due volte. Ora, chiusi i cimiteri, non lasciate morire le Marche, l’Abruzzo, l’Umbria. Progettate qui le vostre vacanze, mandate qui i vostri aiuti, rivolgete qui le vostre preghiere.

Signore Gesù, dacci la forza di aiutare chi non ha più nulla e a loro l’umiltà di farsi aiutare per ripartire tutti insieme come fratelli e come figli della stessa Patria, l’Italia.

venerdì 14 aprile 2017

Via Crucis (via Salaria) dei terremotati - tredicesima stazione

13) GESU E’ DEPOSTO DALLA CROCE

Quanti corpi deposti da diverse croci. Paesi completamente distrutti, paesi che non rinasceranno e resteranno per sempre a simbolo di questa tragedia. Paesi il cui profilo si è trasformato in una distesa di macerie che incombe minacciosa sulla Salaria.

Signore Gesù, allarga le tue braccia per accogliere questi nostri fratelli e mandaci lo Spirito Consolatore per confortare i famigliari delle vittime, per rincuorare gli amministratori pubblici di questi paesi, per rinvigorire tutti noi che con loro vogliamo ripartire, ricostruire.



giovedì 13 aprile 2017

Via Crucis (Via Salaria) dei terremotati - dodicesima stazione

12) GESU MUORE IN CROCE

290 morti nel primo terremoto del 24 agosto 2016 avvenuto in piena notte.

Signore portali con te nel Regno dei Cieli


testo completo qui